Risultati

Allora quali risultati possiamo attenderci?

Parliamo di bimbi che appena parlano la loro prima lingua. Allora i veri risultati arriveranno più tardi. Il nostro scopo è seguire questi bambini per anni diventando un punto di riferimento stabile nella loro vita dopo i genitori e le tate. Sempre in inglese. Questo significa, che tra diversi mesi i bambini dovranno cominciare ad usare la lingua inglese mischiandola all’inizio con l’italiano, poi separando le due lingue.

Inoltre:

• avranno una capacità alta di ascolto, essendo fin da piccoli esposti alla lingua;

• saranno capaci di usare la lingua nella vita reale. Non saranno chiusi in aula, dove al massimo una volta durante la lezione possono andare in bagno. Giocheranno, mangeranno, dormiranno ‘in inglese’;

• svilupperanno una capacità di apprendere lingue. Una volta aperta la scatola delle lingue straniere, i bambini non avranno nessuna difficoltà ad impararne altre;

• non avranno stress nell’ambiente scolastico avendo sviluppato un senso del gioco nell’apprendimento della lingua. Con la lingua si gioca, ci si diverte, parlare una lingua è ‘fun’. Questo è il messaggio che mandiamo, che dobbiamo mandare ai nostri figli;

• saranno capaci di imitare diverse varietà della pronuncia inglese. Non esiste una pronuncia sola e se qualcuno impara solo con insegnanti britannici, manca una parte grossa della realtà inglese;

• avranno un senso di multi-culturalità profondo, che oggi in quasi ogni ambiente lavorativo è fondamentale. Lavorando con una ‘straniera’ da piccoli, gli permetterà di avere leggerezza con altri nazioni, con persone che “parlano una lingua bla-bla”… come diceva il mio nipotino a 4 anni;

• avranno un forte senso della loro identità culturale. Non impediamo a loro di essere italiani. All’inizio, i primi passi saranno fatti collegando il conosciuto italiano (ciao, pappa, ninna-nanna), al nuovo inglese (bye-bye, ding-ding, lullaby);

• avranno una figura inglese. Accanto tante figure italiane che rinforzano la loro identità culturale, avranno una figura che con loro e di fronte a loro parla solo in inglese. Così impareranno la diversità dei modi di comunicare con diverse persone, sentendosi sicuri di poter chiedere aiuto usando la loro stessa lingua;

• conosceranno feste, usanze della cultura anglo-sassone. Una gran parte dell’anno includerà canzoni, giochi e attività collegate alle feste.

IN BREVE

Advertisements